La priorita’ del sindaco: un giardinetto in mezzo a Zogu i Zi

La priorita’ del sindaco: un giardinetto in mezzo a Zogu i Zi

Mentre il paese va letteralmente in fumo in una serie di incendi tipicamente stagionali, ma che questa volta i mezzi a disposizione del governo albanese non potranno mai spegnere (sostanzialmente perche’ l’Italia non puo’ mandare i Canadair, causa incendi in Italia), mentre sulle spiagge e sui fiumi albanesi, in assenza di una sorveglianza efficace, affoga una persona al giorno, mentre negli ospedali di tutto il paese  si presentano ogni giorno centinaia di intossicati da alimenti, mentre si susseguono sparatorie e agguati per il tradizionale rodeo agostano del regolamento di conti tra migranti, mentre sulle strade dell’Albania decine di incidenti fanno strage ogni giorno, finalmente arriva la notizia che ti cambia l’umore.

Il Municipio di Tirana, che ha appena aumentato il prezzo dell’acqua “potabile” del 44% e che ha  appena approvato la procedura di costruzione delle scuole in concessione (non avendo i fondi per costruirle direttamente), ha iniziato i lavori di riqualificazione della rotonda di Zogu i Zi.

Non allargatevi, “riqualificazione della rotonda” significa esattamente che i lavori interezzano solo quel bollo di poche decine di metri di diametro attorno al quale scorre a fatica il traffico di quasi tutta la citta’, che fino a pochi giorni prima era un sistema di fontane, forse non proprio come la fontana di Trevi, ma comunque utile a catturare un po’ di polvere della tanta che fluttua nell’aria di Tirana.

La cosa piu’ sensazionale e’ che i rendering del lavoro pubblicati in fretta dal sindaco mostrano che alla fine dentro alla rotonda ci saranno ancora fontane (pero’ di una forma diversa) ma stavolta affiancate a vialetti pedonali corredati di panchine per i pedoni sopra i quali svettera’ un obelisco, insomma il Sindaco ha deciso di regalare alla citta’ un magnifico giardinetto per i bambini e gli anziani del quartiere.

Non sappiamo se l’obelisco sia un originale dono personale a Rama di qualche “rais” mediorientale, o se sara’ una piu’ semplice e banale colata di betone (come il capolavoro di Veliera a Durazzo), ma nei bar di Tirana gia’ c’e’ chi suggerisce una complessa ed evoluta lettura simbolica: l’obelisco e’ un simbolo fallico che rappresenta il potere di Tirana,entre quel “robo” chiamato Veliera avrebbe una forma “ricettiva” quindi femminile, che starebbe ad indicare la sottomissione di Durazzo a Tirana, lo ying e lo yang dell’Albania. Un grande valore simbolico, senza dubbio, che potra’ sicuramente affascinare gli elettori di Shishtavec (vicino a Kukes), quando li faranno entrare nella  Capitale per la parata militare del  4 luglio, genetliaco del Lider Globale.

Essendo Zogu i Zi il punto piu’ trafficato in assoluto in Albania, con quattro corsie parallele e quattro strade di ingresso, dove il traffico scorre lento ma convulso per buona parte del giorno, viene da chiedersi quanti vecchi e quanti bambini perderanno la vita travolti dal traffico mentre cercano di raggiungere la rotonda, in definitiva al solo scopo di potersi andare ad avvelenare con gli scarichi dei motori delle auto, li’ piu’ densi che in qualunque altro posto In Albania.

Se dirigere significa fare delle scelte, il nostro evidentemente le ha fatte, ma viene sempre piu’ da pensare che l’unico scopo sia sempre e solo quello di offuscare tutto quello che e’ stato fatto prima di lui.

Abbiate fede, adesso facciamo i giardinetti, lo stato lo facciamo dopo.



Lini një koment

Bëj koment i pari!